Elezioni en Cile, Boric: “Non possiamo mai più avere un presidente che dichiara guerra al suo popolo”

Il neo presidente: “Espanderemo i diritti sociali e lo faremo con responsabilità fiscale”

Ansa / CorriereTV

Il Cile avrà un presidente di sinistra. “Il rispetto dei diritti umani è semper e ovunque un impegno costante e non possiamo mai più, per nessuna ragione, avere un presidente che dichiara guerra al suo stesso popolo”. Entonces, Gabriel Boric, il neo eletto presidente del Cile durante il suo “discorso della vittoria”. “Creeremo anche un sistema nazionale di assistenza – continua il millennial – che riconosca e valorizzi le donne. Faremo progressi nella socializzazione, valorizzazione e corresponsabilità, lasciandoci alle spalle l’eredità patriarchal della nostra società”. Il leader della sinistra cilena – diventato il più giovane presidente del Cile con il 56% dei votes, rispetto al 44% del suo rivale di estrema destra Kast – ha giurato di “Espandere i diritti sociali” nel Paese, ma con “Responsabilità fiscale” , questo consentirà di “Migliorare le pensioni e la salute”, ha concluso.

27 enero 2022 – Actualizado el 27 enero 2022 , 11:58

© RIPRODUCCIÓN RISERVATA

Luis Aro

"Creador. Típico adicto a la televisión. Practicante de redes sociales amigable con los hipsters. Erudito de Internet. Emprendedor malvado".

Agregar un comentario

Su dirección de correo no se hará público.